Serie D1, vittoria contro il CT Lanciano e promozione in Serie C

Dopo le grandi gioie della promozione della squadra di Serie B in A2 della scorsa domenica, arrivano altre buone nuove in casa Circolo Tennis L’Aquila. Si tratta della vittoria nel secondo turno dei play-off di Serie D1 della squadra aquilana, che garantisce, dunque, il passaggio in Serie C. Domenica prossima ci saranno altri scontri nel tabellone finale, che decreteranno le finaliste per il titolo regionale.

Le cose si sono messe subito bene per la compagine aquilana che ha ottenuto il primo punto grazie a Lorenzo Cappelletti. L’aquilano ha superato in due set Riccardo Angelucci, classifica FIT 3.5, con lo score è di 6-2 6-4. Per tutto l’arco del match il meglio classificato Cappelletti ha tenuto in mano la partita, decisa nel secondo set da un unico break.

Il pareggio frentano arriva poco dopo grazie alla vittoria di Cristian Suriani, anch’esso 3.5, sull’aquilano Massimiliano Scimia. Dopo un primo set dominato dal tennista del CT Lanciano, nel secondo parziale si è potuti assistere a un andamento più equilibrato, deciso solamente nei game finali, quando Suriani è stato bravo a strappare il servizio al suo avversario.

L’ultimo match di singolare ha visto scendere in campo Marco Valeri, di classifica 4.2, e Matteo Bisconti. Il match non ha regalato particolari colpi di scena, con il giocatore aquilano che è riuscito a mettere alle corde l’avversario a più riprese, trovando in diverse occasioni il break.

Il doppio conclusivo è stato disputato dalle coppie Valeri/Cappelletti e Bisconti/Martelli. Anche qui non c’è stato molto da fare per la coppia frentana, che ha subito lo strapotere del duo aquilano, come testimonia il risultato: 6-3 6-2 in favore del CT L’Aquila.

Il punteggio finale della serie, 3-1 in favore del Circolo aquilano, non è altro che la ciliegina sulla torta di una stagione fantastica, che lo ha visto, e lo vedrà ancora, protagonista di importanti risultati, a partire dalla prossima stagione. Un sincero complimento a tutta la squadra e al CT Lanciano per essere arrivato, anch’esso, a disputare questa finale.

S. M.