Serie A2, vittoria d’oro sul Park Tennis Club Genova

Giornata più che positiva quella domenicale presso le mura amiche del Circolo Tennis L’Aquila. La squadra di Serie A2 ha infatti conquistato una fondamentale vittoria contro la squadra del Park Tennis Club Genova, al termine di un grande confronto tra le due rappresentative. A trionfare, in una giornata caratterizzata da grandi momenti di sport, è il Circolo Tennis L’Aquila che si impone al termine del confronto per 4 punti a 2. La classifica vede ora la squadra abruzzese collocata al quarto posto, a quota 7 punti, staccando proprio il Park Tennis Genova fermo a 4.

Il confronto si è dimostrato di grande livello fin dai match inaugurali tra i numeri 3 e 4 delle rispettive squadre. Sul campo 3 è sceso in campo Alberto Iarossi, opposto a Pietro Ansaldo, classifica FIT 2.5, ma con trascorsi a più alti livelli. Il match sembra sorridere all’aquilano in apertura, che riesce ad issarsi sul 3-1, prima di subire il ritorno del suo avversario. Quest’ultimo, infatti, riesce abilmente a recuperare il break e, grazie a un parziale di cinque giochi ad uno in suo favore, a fare suo il primo parziale. Nel secondo Iarossi accusa un calo di concentrazione che lo porta a concedere qualcosa di troppo al suo avversario. Ansaldo ne approfitta per trovare in diverse occasioni il break, e chiudere abilmente con lo score di 6 giochi a 2. Nel campo adiacente Andrea Picchione è atteso dal 2.4 Francesco Moncagatto, prodotto del vivaio genovese. Il match è serrato e nessuno dei due giocatori concede nulla durante il proprio turno di servizio. L’unico epilogo possibile è il tie-break, dove Picchione la spunta per 7-3, giocando con maggiore freddezza e lucidità nei punti chiave. Nel secondo set l’aquilano mantiene i nervi saldi in apertura, ma la maggiore aggressività messa in campo dal suo avversario a partire da metà set sembra metterlo in difficoltà, tanto da riuscire a strappargli per due volte il servizio. La seconda delle due è fatale per le sorti del set, vinto dal giocatore ospite per 6-2. Nel parziale decisivo, però, Picchione rientra abilmente in carreggiata, riuscendo con una ritrovata precisione e solidità a trovare il break già nel terzo game del set. Break che si è poi rivelato fondamentale, visto che si è proceduto on-serve fino al termine del set, sancito nel decimo gioco dal 6-4 dell’aquilano conquistato al termine di un game giocato magistralmente.

Vista l’assenza di Luigi Sorrentino, numero 1 ospite, ne ha fatto le veci Pietro Benasso, classifica FIT 2.4. Il match contro Gianluca Di Nicola non ha però avuto storia, con il tennista avezzanese che liquidato in meno di un’ora di gioco il suo avversario, a cui va comunque il merito di essersi battuto al massimo delle proprie possibilità contro un avversario nettamente più forte ed esperto. Il match che ha chiuso i quattro singolari è stato quello tra Enrico Iannuzzi e Alessandro Ceppellini, anche lui di classifica 2.4. Match partito in salita per l’ex 627 avezzanese, che ha concesso nel game inaugurale un break al suo avversario. Poco male, visto che nel sesto game, a seguito di due gratuiti del suo avversario è riuscito a rientrare agilmente in partita. Niente più scossoni fino al tie-break, dove il primo ad avere il set point è stato Ceppellini, sul 6-4. Qui è stata fondamentale la freddezza e l’esperienza messa in campo da Iannuzzi, che ha annullato i due set point e si è portato sul 7-6 in suo favore. Fatale per il giocatore ospite un sanguinoso doppio fallo commesso nel punto successivo, che gli è costato il primo set. Probabilmente ancora scosso dal finale del primo parziale Ceppellini ha concesso il break in apertura di secondo, portato a casa da Iannuzzi grazie a un vincente di rovescio da manuale sul break point. Come se non bastasse nel settimo game è arrivato un ulteriore break, causato da diversi errori gratuiti del suo avversario. Livello di gioco comunque alto con pregevoli colpi che hanno strappato applausi dai tifosi a bordocampo. Il sigillo del match è arrivato nel gioco successivo, dove il nono ace dell’incontro di Iannuzzi ha chiuso definitivamente i conti. Le statistiche raccolte evidenziano una prestazione superba di Iannuzzi al servizio con percentuali di punti vinti intorno al 75% sia con la prima che con la seconda, uniti ai 12 vincenti messi a referto durante il match.

A un punto dalla vittoria si è rivelata lungimirante la scelta di schierare il doppio Iannuzzi/Di Nicola, formato dai giocatori sulla carta più forti e di maggior esperienza. Scelta che ha pagato e che ha portato il quarto e decisivo punto alla formazione aquilana. L’altra coppia, formata da Iarossi/Picchione ha ceduto con onore, e a risultato già acquisito, a quella genovese formata da Francesco Moncagatto e Alessandro Ceppellini. Dopo un primo set ceduto solo ad oltranza per 7-5, il secondo parziale è stato più severo (6-2) e il match si è chiuso con la vittoria della coppia ospite. Vittoria fondamentale, anche in virtù della prossima proibitiva partita contro la Società Ginnastica Angiulli Bari, prima del girone e seria candidata alla promozione in Serie A1. Appuntamento, dunque, per domenica prossima sempre presso il Circolo Tennis L’Aquila per l’ultima giornata del girone che decreterà la posizione della squadra in classifica e il successivo percorso per quanto riguarda il tabellone finale.

S. M.