17554130_797440950431616_96621611048127651_n

Serie A2, svanita in extremis la finale play-off

Non arriva l’impresa da parte del Circolo Tennis L’Aquila. Nella semifinale dei play-off, infatti, arriva una dolorosa e amara sconfitta per 4-3 contro il Tennis Comunali Vicenza. Partiti alla volta del capoluogo veneto senza i favori del pronostico, la squadra aquilana si è arresa solo nel doppio supplementare, al termine di un confronto dalle mille sfaccettature.

I primi due singolari non sono andati in favore del Circolo Tennis L’Aquila, complice anche una buona dose di sfortuna. Andrea Picchione se l’è vista con il classe 2000 Gabriele Bosio (2.4), in un match che inizialmente ha visto l’aquilano partire forte ed issarsi sul 3-0. Il suo avversario è entrato in partita di lì a poco e ha ribaltato l’inerzia dell’incontro, mettendo a segno un parziale di 6 giochi a 1 per aggiudicarsi il set. Nel secondo parziale le cose non sono andate in un verso migliore per il classe ’98 aquilano, cedendo senza troppa battaglia con lo score di 6 giochi a 3. Il match che ha visto impegnato Alberto Iarossi è stato caratterizzato da un malessere che ha colpito il giocatore aquilano nella fase clou del match. Sopra 5-1, infatti, Iarossi non è riuscito a continuare agli alti livelli mostrati fin lì. Ne è scaturito un pesante 7-5, prima di un secondo set perso più facilmente a causa del perdurare del disturbo fisico accusato precedentemente.

I primi acuti di giornata per il Circolo aquilano sono arrivati nei secondi due singolari. Di enorme spessore, infatti, è stata la vittoria in rimonta di Gianluca Di Nicola (2.2) sul numero uno vicentino, il croato Kristijan Mesaros, classifica 1.13 e numero 252 del mondo, con un passato da numero 184 e reduce dalle ultime qualificazioni al Roland Garros. Tre set di pura battaglia ad un livello tennistico assoluto in cui a spuntarla alla fine è stato il giovane talento avezzanese. Vittoria di grandissimo prestigio, a cui fa coppia quella ottenuta da Enrico Iannuzzi contro Simone Vagnozzi, ex 161 del mondo. Match molto serrato deciso in entrambi i set al tie-break, dove Iannuzzi ha avuto la meglio.

Sul 2 pari, il doppio Iannuzzi-Di Nicola ha superato quello formato da Bosio e Cavestro, grazie ad un break per set che ha permesso loro di ipotecare quanto meno il doppio supplementare. L’altro doppio, che ha visto Iarossi-Picchione, opposti ai temibili Mesaros-Vagnozzi è stato abbastanza netto nel risultato, con la coppia aquilana, non al 100%, che è riuscita a portare a casa appena 4 game nell’intero incontro. Il doppio decisivo ha visto in campo Enrico Iannuzzi e Andrea Picchione opposti a Kristijan Mesaros e Gabriele Bosio. Scelta un po’ a sorpresa, visto che inizialmente si era pensato che a giocarsi il tutto per tutto sarebbe stato Vagnozzi, ex 74 del mondo nella specialità di doppio. Match comunque combattuto, in cui la maggior spinta da fondo di Mesaros si è rivelata decisiva. 6-3 7-5 il risultato finale, che ha condannato la squadra aquilana all’eliminazione.

Resta comunque la buonissima stagione disputata fin qui da tutta la squadra, che, conquistata la salvezza, è arrivata ad un passo dal giocarsi la finale play-off non impossibile contro lo Sporting Club Sassuolo. Complimenti a tutta la squadra per il grande cammino intrapreso, punto di partenza per la prossima stagione, in cui, consci delle proprie possibilità e potenzialità, si potrà puntare subito in alto.

I risultati:

Di Nicola Gianluca b. Mesaros Kristijan 62 36 61
Iannuzzi Enrico b. Vagnozzi Simone 76(4) 76(4)
Bosio Gabriele b. Picchione Andrea 64 62
Cavestro Fabrizio b. Iarossi Alberto 75 60
Mesaros – Vagnozzi b. Picchione – Iarossi 63 61
Di Nicola – Iannuzzi b. Bosio – Cavestro 64 75
Mesaros – Bosio b. Iannuzzi – Picchione 63 75

S. M.