Banner Circolo Tennis

Serie A2, ottimo pareggio con la corazzata Società Canottieri Casale

Impresa a metà contro la Società Canottieri Casale: non si va infatti oltre il pareggio sui campi del Circolo Tennis L’Aquila. Risultato che serve poco a entrambe le squadre vista la classifica delineatasi ad appena una giornata dal termine, ma che almeno dà agli aquilani una buona iniezione di fiducia in vista del decisivo incontro di Treviglio della settimana prossima. L’imperativo, in quel caso, sarà vincere per centrare il quarto posto nel girone e avere la possibilità di giocare in casa il primo turno dei play-out. È infatti matematicamente svanita la salvezza matematica ma sarà ancora possibile mantenere la categoria vincendo nel primo o, in casi estremi, nel secondo turno dei play-out. Il piazzamento nella classifica del girone determinerà, oltre alla località di gioco, anche l’avversario, che potrà essere più o meno abbordabile a seconda dei casi.

Nel confronto odierno contro la Società Canottieri Casale le cose si erano messe per il meglio dopo i primi due singolari, portati a casa rispettivamente da Andrea Picchione e Enrico Iannuzzi. Il giovane aquilano è riuscito ad archiviare la pratica Gregorio Biondolillo in appena un’ora di gioco, chiudendo con un netto 6-2 6-3 e riuscendo a rimontare un break di svantaggio in apertura di secondo parziale. Grande risultato se consideriamo la classifica FIT del giovane piemontese, 2.4, e la relativa facilità con cui Picchione è effettivamente riuscito ad arginare i suoi attacchi e a prendere in mano una partita che avrebbe potuto rivelarsi più ostica del previsto. Arriva in rimonta, invece, il successo di Iannuzzi su Marco Bella, altro 2.4 della formazione alessandrina. Dopo un primo set deciso di misura da un break del tennista ospite, l’inerzia del set viene ribaltata nel secondo parziale, con Iannuzzi capace di prendere per primo l’iniziativa e di trovare un importante break in apertura. Sarà quell’importante game a deciderne l’esito in favore dell’avezzanese, capace di alzare l’asticella anche nell’ultima frazione dove rifila un bagel al suo avversario, sceso vistosamente anche dal punto di vista fisico rispetto ad inizio match.

È stato poi il turno di Gianluca Di Nicola che ha affrontato l’attuale numero 151 del mondo Constant Lestienne. Un match che per molti era già finito prima di iniziare ma il tennista avezzanese è sceso in campo concentrato e ha provato comunque a dire la propria. Un po’ a sorpresa infatti è stato proprio lui a trovare per primo il break e in pochi istanti ad issarsi sul 2-0, prima di cedere sulla lunga distanza il passo al ben più esperto tennista francese. Lodevole comunque l’atteggiamento in campo del classe ’95 marsicano, che ha continuato a giocare il proprio tennis senza scomporsi e mostrando in più occasioni pregevoli colpi. Per Lestienne, però, una volta smaltito il break iniziale, non è stato troppo complicato recuperare lo svantaggio e portare a casa il primo set. Nella seconda frazione il transalpino non ha avuto nessun passaggio a vuoto e dopo un’ora e 13 minuti ha scritto la parola fine sul match. Niente da fare anche per Alberto Iarossi, costretto a cedere con un doppio 6-1 al giovane 2.5 Lorenzo Reale. Netta la differenza tecnica vista in campo, a cui l’aquilano non è riuscito a porre efficacemente rimedio.

Andati al riposo sul 2-2, intorno alle 14.30 è arrivato il momento dei doppi, come domenica scorsa decisivi ai fini del punteggio finale. Confermate le coppie del circolo aquilano schierate fin qui: Iannuzzi/Di Nicola da una parte, Iarossi/Picchione dall’altra. Sorteggio che ha visto la coppia avezzanese opposta al duo Bella/Lestienne mentre ai due elementi del vivaio aquilano è toccata la coppia Reale/Biondolillo, rispettando per coincidenza gli accoppiamenti dei singolari. Nel primo doppio Bella/Lestienne hanno da subito dettato il gioco, trovando a più riprese il break e chiudendo il primo parziale con un secco 6-2. Nel secondo set è stato l’equilibrio a fare da protagonista, tanto che si è arrivati senza troppi scossoni fino al tie-break. Qui Iannuzzi e Di Nicola sono partiti meglio, riuscendo anche a trovare un mini-break, ma al momento decisivo gli avversari sono tornati in scia e hanno chiuso la pratica per 8 punti a 6. Nell’altro doppio Alberto Iarossi e Andrea Picchione riescono ad aggiudicarsi un primo e lottatissimo parziale, spuntandola al tie-break, ma subiscono una decisa rimonta nel secondo set, quando mettono a referto un solo game. Nel match tie-break decisivo arriva infine il successo per il duo aquilano, che chiude per 10 punti a 7 e consegna il punto del pareggio al Circolo Tennis L’Aquila.

Prestazione sopra le righe quest’oggi, con un pareggio agguantato con il cuore e con l’orgoglio e che dà alla compagine aquilana la possibilità di centrare il quarto posto. La testa sarà quella per ottenere la vittoria anche se vista la formazione trevigliese e il suo stato di forma non sarà certo una passeggiata, ma i ragazzi della squadra di Serie A2 ci hanno abituato in questo e nei passati anni a grandi prestazioni nei momenti clou della stagione. A domenica prossima, dunque, per l’ultimo match del girone, quello decisivo per le sorti della squadra nella categoria.

S.M.

Cattura