Giornata nera per le giovanili del C.T. L’Aquila

Il week-end appena trascorso non si è rivelato un successo per i colori del C.T. L’Aquila. Infatti sia la formazione dell’Under 16 che quella dell’Under 18 sono tornate a casa a bocca asciutta, i primi eliminati definitivamente e i secondi ora con ridotte chance di passare il turno.

Il C.T. Avezzano, avversario di entrambe le formazioni, si è rivelato superiore, e anche più fortunato, di entrambe le formazioni. Per quanto riguarda l’Under 16 il risultato non lascia spazio a recriminazioni di alcun genere. Tutte le partite infatti sono state vinte più o meno nettamente dalla formazione marsicana, che si è dimostrata superiore in termini tecnici rispetto agli ospiti.

Infatti entrambi i singolari si sono conclusi nettamente in favore dei padroni di casa. La momentanea assenza del secondo singolarista ha costretto il capitano aquilano, Enrico Iannuzzi, a cambiare strategia rispetto alla formazione abituale, anche se contro gli avversari odierni perfino la coppia titolare avrebbe avuto comunque molte difficoltà. Anche il doppio, stavolta ininfluente ai fini del risultato, è stato perso, tra rassegnazione e dispiacere.

Va comunque reso l’onore delle armi alla compagine aquilana, che, dopo aver giocato un girone a dir poco superbo si è dovuta inchinare agli avversari di turno, che sul campo hanno dimostrato la loro effettiva superiorità. Ciò lascia comunque ben sperare in vista dei futuri campionati di categoria, quando il gruppo sarà più consolidato e si potrà aspirare senz’altro a qualche risultato migliore.

IMG_20150322_161008

Passo falso anche per l’Under 18 maschile che, sempre in terra avezzanese, commette il primo passo falso della stagione. Nella seconda giornata del girone, infatti, il quartetto aquilano si deve arrendere, nel vero senso della parola, agli avversari, visto l’infortunio alla spalla che ha colpito un membro della squadra durante il doppio decisivo.

Gli altri match della giornata hanno infatti avuto esiti completamente opposti. Nel primo Pietro Cocciolone ha ceduto al non classificato Piergiorgio Fasciani in due set. Dopo aver perso il primo abbastanza nettamente, nel secondo parziale sembrava che l’inerzia della partita si fosse invertita, visto il vantaggio di due break guadagnato velocemente. Subito dopo un dritto affossato a rete dall’aquilano, un po’ per la stanchezza, un po’ per un calo mentale, l’avversario ha infilato una serie di sei game consecutivi, vincendo a sorpresa set e incontro.

Nel secondo match si sono affrontate invece le prime due teste di serie delle rispettive formazioni: Giorgio Lupi e Andrea Picchione. La differenza di classifica si è vista immediatamente fin dai primi scambi del match, dove l’aquilano ha dominato in lungo e in largo. Il numero di vincenti (ben 22) e le altissime percentuali di realizzazione al servizio (ben l’89% di punti vinti con la prima) hanno fatto il resto.

La dea bendata ha poi deciso di voltarsi e di aiutare la formazione marsicana nel doppio decisivo. Come anticipato, l’infortunio occorso al doppista aquilano Riccardo Paoli, ha costretto la formazione aquilana al ritiro immediato dopo che si era delineata una partita alquanto equilibrata.

Oltre agli auguri di pronta guarigione per il nostro atleta, speriamo che nella prossima giornata i suoi compagni possano regalargli una vittoria che probabilmente avrà il sapore della qualificazione al turno successivo.

S. M.

Lascia un commento